15.5 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Caso Cacao, la Procura chiede il rinvio a giudizio per Morano e gli altri indagati

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La Procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio per Alberto Morano, consigliere comunale, coinvolto con altre quattro persone in un’inchiesta relativa alla discoteca del Parco del Valentino, il Cacao.
I reati contestati sono di tentata concussione, corruzione e truffa. Per i magistrati, Morano, l’ex consigliere comunale di centrodestra Angelo D’Amico, gli imprenditori Ferdinando Montalbano e Antonio Biondino e il il gestore della discoteca Patio, Davide Lunardi. avrebbero chiesto oltre duecento mila euro ai gestori del Cacao per ritirare un esposto su abusi e irregolarità relative al Cacao ed evitare così una denuncia che avrebbe portato alla chiusura del locale.
Il fascicolo venne aperto perché sempre secondo gli inquirenti le denunce presentate in Sala Rossa da Morano su gli abusi edilizi e presunte irregolarità nelle autorizzazioni sarebbero nate in realtà per un interesse economico degli indagati.
L’inchiesta è coordinata dal pm Gianfranco Colace.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano