11.4 C
Torino
giovedì, 13 Giugno 2024

Carnevale storico al Balon: la “Rusnenta” torna in grande stile

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Lo storico Carnevale del Balon prenderà nuovamente vita nel weekend del 4-5 febbraio, quando Torino ritroverà le sue maschere cittadine guidate dalla “Rusnenta”, la maschera storica del quartiere Borgo Dora: dopo l’esordio nel 1985, questo personaggio carnevalesco (letteralmente dal piemontese “l’arrugginita”) ha sfilato per le vie di Borgo Dora solo quattro volte. Quest’anno, dopo l’interruzione dovuta alla pandemia, torna in grande stile assieme agli storici Gianduja e Giacometta grazie anche alla collaborazione con la Famija Turineisa capitanata da Daniela Piazza.

«Abbiamo voluto dare un taglio decisamente storico e tradizionale a questa manifestazione – spiega Michele Lacidogna dell’Associazione Commercianti Balon -, un carnevale dai gusti semplici e caratteristici ma con una formula nuova che spinge i torinesi ad essere parte attiva in un evento che ritorna in una versione ben radicata nella storia di Torino».

Si comincia quindi giovedi 2 febbraio con l’investitura della Rusnenta alla presenza di Luca Deri, presidente della Circoscrizione 7, mentre sabato 4 febbraio alle 11,30 si terrà la sfilata delle maschere tradizionali con Gianduja e Giacometta che dallo storico mercato del Balon si dirigeranno in quello di Porta Palazzo per poi arrivare a Palazzo Civico per la consegna delle chiavi della città da parte dell’amministrazione comunale.

L’evento verrà accompagnato dalla Banda della Polizia municipale di Torino.

Domenica 5 febbraio sarà il clou del Carnevale del Balon, con la presenza delle autorità cittadine. Alle 9,30 aprirà il mercato di antiquariato, vintage e collezionismo, con un Balon straordinario, mentre alle 11 Gianduja, Giacometta, la Rusnenta, una delegazione dei bambini del Sermig e la banda di Mirafiori sfileranno lungo le vie del borgo salendo infine sul palco centrale di via Borgo Dora dichiarando aperto il Carnevale del Balon.

Alle 12 con un colpo di cannone e una salva di fucileria, il gruppo storico Pietro Micca

darà il via a varie esibizioni di gruppi di rievocazione storica (dai duelli ai balli di corte), mentre alle 15 tutti i gruppi di rievocazione storica presenti si raduneranno all’interno del Cortile del Maglio: ogni gruppo, ad ogni passaggio davanti al palco centrale, sarà annunciato e presentato dalle presentatrici Marina Garau e Chiara Battistini.

Il corteo di Carnevale seguirà il percorso del mercato nelle vie Borgo Dora, Lanino, Cottolengo e Mameli: la Rusnenta e una giuria composta da scenografi, storici e giornalisti valuteranno i vari gruppi storici presenti sotto il palco. Alle 16,30 la Rusnenta proclamerà prima il vincitore per la migliore esibizione e subito dopo consegnerà il premio del concorso per gruppi di rievocazione storica.

I gruppi in maschera saranno il Gruppo Storico “Conte Occelli” di Nichelino, la Corte di Venaria Reale, Okelum di Torino, Scrima di Rivoli, il Gruppo Storico Culturale “Ventaglio d’Argento” di Pianezza, il Gruppo Storico Pietro Micca, Vittorio Amedeo II, Nobiltà Sabauda, Balastorie e infine Tradizioni Sabaude.

Il Carnevale del Balon prevede anche eventi collaterali di pregio come la mostra di

marionette storiche di Daniele Lupi e la mostra di abiti storici di Maison Tatì in via Borgo Dora. E ancora Stragulp, il mercato tematico del fumetto e la mostra di tavole originali di animazione giapponesi e robot vintage che saranno allestite presso il cortile del Maglio.

Infine,a partire dal Sermig alle 11.30, sarà possibile effettuare una visita guidata sulla storia del Balon a cura di Piemontestoria.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano