21.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Borgosesia, Fiorella Mannoia al sindaco omofobo: “È per gente come lui che i ragazzi gay si suicidano”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

A Fiorella Mannoia non è andato giù il commento omofobo di Gianluca Buonanno, sindaco leghista di Borgosesia, in provicia di Vercelli. Il primo cittadino, che è anche europarlamentare, è noto per la sua crociata contro gli omosessuali, aveva fatto l’ennesima uscita dichiarando:  «Se mi chiedessero di celebrare nozze gay nel Comune dove sono sindaco direi che è meglio che si facciano un Tso. A Borgosesia ci saranno una decina di gay, ma può darsi che siano aumentati. Fosse per me li schederei: visto che vogliono pubblicizzare il loro amore, segniamoli su un registro. Altro che matrimonio, al massimo ai gay offro una banana. O un’insalata di finocchio».
Un’uscita che ha provocato lo sdegno della cantante, che si è sfogata sulla sua pagina facebook: «È anche la gente come questo signore ad armare le mani di quelli che ammazzano un diciottenne dopo averlo torturato e seviziato, solo perché gay, è anche per gente come questa se questa intolleranza sfocia nelle tragedie quotidiane che tutti conosciamo, è anche per gente come questa che ragazzi si suicidano perché non reggono più all’emarginazione, all’isolamento, allo scherno. Sono stanca di questa gentaglia e la chiamo con il nome che merita: MERDA».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano