12.2 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Bollettino parrocchiale shock: “l'Onu somministra gli ormoni dell'omosessualità ai bambini”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

È ancora un’insegnante a creare scalpore e ancora una volta a causa del tema dell’omosessualità.
Oggi, la notizia di una tesi scritta nero su bianco da una professoresa di un liceo sul bollettino parrocchiale di Rivarolo Canavese, in cui si parla della somministrazione di “ormoni dell’omosessualità”.
Secondo la docente si tratterebbe di un «metodo pedagogico» ammesso niente meno che dall’Onu. Secondo lo scritto, firmato da Cristina Zaccanti, insegnante del liceo classico Carlo Botta di Ivrea e collaboratrice del settimanale diocesano «Il Risveglio Popolare», gli ormoni verrebbero dati «ai bambini per farli diventare omosessuali». L’articolo è stato richiesto dal parroco di Rivarolo, don Raffaele Roffino, responsabile del bollettino, che difende lo scritto della Zaccanti definendolo uno spunto di riflessione.
Immediata la risposta del Coordinamento Torino Pride che definisce invece la tesi «l’angolo della mistificazione e della falsità». «È un campionario completo di manipolazioni della realtà», dice il segretario del coordinamento, Maurizio Gelatti.
«Ho fatto ricerche – spiega daparte sua l’insegnante di Rivarolo – e ho scritto il mio articolo sulla scorta di documenti che posso trovare in qualsiasi momento». Queste le parole della donna in un’intervista su la Stampa.
Così, dopo l’insegnante di religione di Moncalieri che aveva definito l’omosessualità una “malattia” dalla quale è possibile curarsi e guarire, ora arriva la notizia della volontà da parte delle Nazioni Unite di voler diffondere l’omosessualità come fosse un virus.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano