14.2 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

“Binxet sotto il confine”. Al Greenwich Village il documentario su cosa subisce il popolo curdo oggi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Moreno D'Angelo
Moreno D'Angelo
Laurea in Economia Internazionale e lunga esperienza avviata nel giornalismo economico. Giornalista dal 1991. Ha collaborato con L’Unità, Mondo Economico, Il Biellese, La Nuova Metropoli, La Nuova di Settimo e diversi periodici. Nel 2014 ha diretto La Nuova Notizia di Chivasso. Dal 2007 nella redazione di Nuova Società e dal 2017 collaboratore del mensile Start Hub Torino.

di Moreno D’Angelo

Verrà proiettato oggi al Greenwich Village “Binxet – sotto il confine”. Il primo documentario del regista torinese Luigi D’Alife che racconta con immagini esclusive cosa succede in Kurdistan dopo l’accordo tra Unione Europea e Turchia. Il lavoro si avvale come voce narrante dell’attore già premiato al festival di Cannes Elio Germano. La visione, in programma questa sera alle ore 20 in via Po n. 30, fa seguito alla prima che ha registrato il sold out.
Una preziosa e non facile testimonianza sulle violenze che subisce il popolo turco da parte dell’esercito di Ankara sul confine turco siriano. Il dramma di un popolo “invisibile” con una grande identità che non si arrende, in prima linea nella lotta all’Isis, nonostante l’oblio dell’occidente. I curdi vivono divisi in quattro paesi: Iraq Siria Iran Turchia.
Il film si può trovare sul sito Open Ddb qui ,in una delle sale del circuito Movieday, mentre per visionare il suo trailer clicca qui

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano