2.4 C
Torino
venerdì, 22 Gennaio 2021

Bardonecchia: game over

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

L'opinione
L'opinione
Le opinioni di Nuova Società. Per dare un vostro contributo scritto, dire la vostra, scriveteci a redazione@nuovasocieta.it oppure al direttore a.doi@nuovasocieta.it

Per Bardonecchia è Game over. Ma purtroppo per ‘Bardo‘ non si tratta di un gioco. Purtroppo non ci sono mai stati margini di trattativa.

Noi non abbiamo mai smesso di credere in quello che facevamo, chiedendo costantemente alla Regione Piemonte di intervenire affinché la nostra montagna e la nostra Bardonecchia potessero ripartire in sicurezza.

Invece, come detto, per Bardonecchia è game over.

Le linee guida approntate dalla Conferenza delle Regioni e condivise dagli impiantisti per permettere di aprire gli impianti e di poter godere a 360 gradi delle nostre bellezze non hanno avuto, evidentemente, la giusta forza per una totale condivisione. Le nostre attività sono allo stremo, le parole non servono più.

Parole peraltro mai pronunciate da chi ci rappresenta, da chi siede in Comune, il quale non ha mai levato una voce per dire fateci lavorare, in sicurezza, ma fateci lavorare: il nulla…ah dimenticavamo, forse vale sempre il solito “bogia nen”.

Un Natale diverso, un Natale dove guarderemo i fiocchi posarsi sulle strade con la neve intonsa: tutto chiuso. I fatti ci consegnano una cittadina dove solo i fantasmi potranno essere sanzionati per essere passati nella ZTL attiva.

Perché, ad oggi, la vigilanza è demandata ad un robot dopo l’azzeramento del servizio di Polizia Municipale. Una domanda: è visibile la targa dei fantasmi?

di Cristiano Paisio e Roberto Borgis

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano