17.1 C
Torino
sabato, 25 Maggio 2024

“Aspettando CioccolaTò”, parte la call per la partecipazione delle eccellenze locali

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Inizia domani e finisce l’8 marzo il periodo utile per rispondere alla chiamata della Città di Torino e della Camera di commercio per partecipare all’evento dedicato alle produzioni artigianali della tradizione cioccolatiera, “Aspettando CioccolaTò”, in programma dal 24 al 26 marzo nell’area pedonale di via Carlo Alberto.

L’iniziativa, aperta a 30 produttori, «intende promuovere l’eccellenza del territorio nella produzione di cioccolato, pasticceria, gelateria e bevande al cioccolato», in una tre giorni di esposizioni, degustazioni, vendita e dimostrazioni.

Al call sono ammessi i «produttori artigianali di cioccolato, pasticceria, gelati e bevande al cioccolato, con sede a Torino e area metropolitana, ma, in caso di disponibilità, potranno essere ammessi anche produttori con sede sul territorio regionale».

“Aspettando CioccolaTò” alla sua prima edizione, è uno dei due appuntamenti inerenti il mondo della produzione del cioccolato nel capoluogo piemontese. Il secondo, il più famoso “CioccolaTò”, è previsto per il prossimo autunno.

La scorsa edizione, quella del 2016, dato il passaggio di timone alla guida della città, fu cancellata e l’amministrazione pentestellata, poco tempo dopo aver annunciato la sua sospensione, dichiarò che nel 2017 le kermesse sul tema sarebbero state due. «Dal prossimo anno raddoppieremo gli appuntamenti di CioccolaTò», disse la sindaca lo scorso novembre. L’appuntamento del 24-26 marzo è appunto il primo.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano