3.7 C
Torino
domenica, 17 Gennaio 2021

Appendino: “Quello di Renzi un gesto contro il Paese”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Rosanna Caraci
Rosanna Caraci
Giornalista. Si affaccia alla professione nel ’90 nell’emittenza locale e ci resta per quasi vent’anni, segue la cronaca e la politica che presto diventa la sua passione. Prima collaboratrice del deputato Raffaele Costa, poi dell’on. Umberto D’Ottavio. Scrive romanzi, uno dei quali “La Fame di Bianca Neve”.

La sindaca Chiara Appendino è preoccupata e non nasconde l’indignazione per un comportamento “incomprensibile” da parte del senatore fiorentino Matteo Renzi che ha di fatto aperto una crisi al buio in un’epoca di estrema fragilità per l’Italia.

“Sono fortemente preoccupata perchè questo paese ha bisogno di stabilità – ha sottolineato la sindaca a margine della presentazione delle Atp finals, il campionato tennistico tra i più attesi e blasonati del panorama internazionale. Un momento di festa sulla quale si allunga l’ombra dell’incertezza politica. Se l’evento ormai è pronto, quindi non vulnerabile agli eventuali cambi di colore politico al timone del Paese, è certo che su tutto il resto ora si alza una grande incognita. “Siamo in piena crisi non solo sanitaria ma anche economica – ricorda Appendino – e il nostro è un Paese che aspetta risposte; per questo ritengo il gesto di Renzi assolutamente irresponsabile, incomprensibile e altamente dannoso”.

“Abbiamo una città che attende decisioni – ha aggiunto – penso agli imprenditori, i ristoratori che attendono i decreti, l’applicazione del Recovery plan. Non solo ma la Città ha tutta una serie di progetti per i quali è stato chiesto il finanziamento, insomma il Paese ha bisogno da una lato di risposte per gestire la difficoltà molto pesante del momento, e quindi i ristori, dall’altro serve un governo che possa pianificare la ripresa economica e imbastire l’utilizzo delle risorse dei fondi europei, e quindi serve un governo stabile”. “Ho fiducia nel movimento, sono certa che saranno responsabili e che ciascuno farà la propria parte ma – sottolinea – le responsabilità sono chiare e sono quelle di Matteo Renzi”

I numeri potrebbero però non esserci, i cosiddetti responsabili potrebbero essere insufficienti. Da tutti giudicate improbabili, ma altamente preoccupanti, sono le elezioni a giugno. E se la “quadra” venisse invece trovata con un’alternativa senza Conte alla guida del Governo? Appendino non lascia dubbi “Penso che la guida di questo paese sia di Giuseppe Conte e debba essere lui, il Movimento gli è a fianco. Piena fiducia nel presidente della Repubblica Mattarella, e si vedrà cosa succederà. Oggi possiamo credo solo dare un giudizio su il gesto contro il Paese che ha compiuto Renzi”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano