21.9 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Appendino e Salvini: sette minuti per un saluto. Il ministro: "Aiuterò i torinesi"

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Ad accogliere per primo il Ministro dell’Interno Matteo Salvini c’era il capoufficio stampa della sindaca Luca Pasquaretta.
Poi Salvini e Chiara Appendino hanno parlato per sette minuti, dalle 14.10 alle 14.17. Un brevissimo momento (praticamente si è trattato di uno scambio di saluti) a Palazzo di Città che ha dato via alla giornata torinese del ministro.
Così ha raccontato il faccia a faccia Matteo Salvini: «L’incontro con la sindaca Appendino è andato bene: abbiamo parlato dei problemi e delle bellezze della città, di cosa si può fare in più per aiutare i torinesi».
«Avete un questore in gamba e un prefetto in gamba – aggiunge Salvini – Sulla situazione ordine pubblico, Rom, spaccio sono a totale disposizione. Vedremo di aiutare».
Dopo l’incontro con la sindaca Salvini si è recato in piazza Castello e ai Giardini Superiori di Palazzo Reale, alle 15.30, per visitare il villaggio Coldiretti.
Alle 18 sarà ad Orbassano dove parlerà a favore del candidato sindaco finito al ballottaggio Giovanni Falsone e alle 20.45 salirà sul palco allestito di fronte al Centro “La Serra”, in corso Botta per sostenere Stefano Sertoli, candiato leghista alle amministrative. Con Salvini ad Ivrea anche Riccardo Molinari, vice capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati e segretario nazionale Lega Piemonte.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano