5.5 C
Torino
martedì, 9 Marzo 2021

Aggressione a Fratelli d’Italia, indagano i carabinieri

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Aggressione nella notte a un gruppo di militanti del movimento giovanile legato a Fratelli d’Italia, Azione Studentesca. Tre attivisti hanno denunciato ai carabinieri che mentre stavano affiggendo dei manifesti nei pressi del liceo Marie Curie sono stati raggiunti da un’auto che andava ad alta velocità e dalla quale sono usciti un gruppo di persone armate di bastoni e catene. “Vi ammazziamo, qui non ci dovete stare” avrebbero poi gridato, costringendo i tre giovani, prima a buttarsi sullo spartitraffico per evitare di essere investiti e poi a darsi alla fuga. Tornati sul posto hanno poi trovato la loro macchina danneggiata, con vetri rotti e gomme tagliate. 

A denunciare pubblicamente l’aggressione Enrico Forzese che afferma come “Quello ai danni dei nostri militanti è stato un vero e proprio agguato mafioso il secondo in pochi giorni”. Per Forzese in città ci sarebbe un vero e proprio clima da “anni di piombo”: “ Aggressione nella serata di ieri ai militanti di Azione Studentesca, movimento giovanile di Fratelli d’Italia, nei pressi del liceo Marie Curie a Torino. Tre attivisti erano impegnati ad affiggere manifesti e sono stati raggiunti da un’auto ad alta velocità che ha tentato di investirli mentre stavano tornando verso il loro veicolo.

All’urlo “Vi ammazziamo, qui non ci dovete stare” cinque individui sono usciti armati di bastoni e catene e hanno tentato di aggredire i giovani che sono stati costretti a scappare. A questo punto si sono accaniti sulla vettura rompendo i vetri e tagliando le gomme.

“Quello ai danni dei nostri militanti è stato un vero e proprio agguato mafioso – dichiara Enrico Forzese di Fratelli d’Italia – il secondo in pochi giorni. È intollerabile che le istituzioni non spendano una sola parola di condanna quando ad essere vittime dell’odio politico sono formazioni di destra”. “La connivenza tra la giunta Appendino, le istituzioni cittadine e le realtà antagoniste sta precipitando la città in un clima di tensione da anni di piombo. Il silenzio istituzionale che segue ogni aggressione ai nostri danni rende le istituzioni complici di questi vigliacchi”. “È ora che le istituzioni e il sindaco prendano una posizione netta di condanna e che seguano immediatamente provvedimenti contro i centri sociali. A questo giro, andremo fino in fondo.” conclude l’esponente di Fratelli d’Italia.

Sabato scorso FdI aveva denunciato un’altra aggressione al mercato di corso Cincinnato dove il gazebo montato per la raccolta firme era stato danneggiato ed erano state rubate alcune bandiere. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano