14.3 C
Torino
venerdì, 31 Maggio 2024

Abolito il finanziamento pubblico ai partiti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La notizia arriva con cinguettio come è ormai abitudine nell’Era dei social network: «Avevo promesso ad aprile. Ora in Cdm manteniamo la promessa», scrive Enrico Letta su Twitter. L’accelerata al cambiamento quindi c’è stata e sicuramente l’ombra del nuovo segretario del Partito Democratico, il rottamatore Matteo Renzi, ha contribuito non poco. Dal 2017 dunque è stop al finanziamento dei partiti: così ha deciso il governo dopo l’approvazione di un decreto a riguardo.
«L’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti è realtà – ha spiegato Letta -. Il nuovo sistema di finanziamento, con il due per mille, dà tutto il potere ai cittadini».
La riforma prevede una riduzione del finanziamento pubblico del 25% nel 2014, nel 2015 del 50% e nel 2016 del 75%, mentre dal 2017 il sistema attuale sarà abolito e sostituito dalle donazioni volontarie del 2 per mille degli italiani.
Una decisione che trova d’accordo tutte le parti del governo, logicamente, mentre fa storcere il naso a Beppe Grillo, il quale continua a sostenere che siamo difronte a delle chiacchiere e che è finito il tempo delle prese in giro.

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano