14.1 C
Torino
lunedì, 1 Giugno 2020

A Torino anche Fratelli d’Italia per il convegno di CasaPound contro la censura di Facebook

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Paolo Bogliano
Paolo Bogliano
Inizio nel 2001 come redattore presso News Italia Press oltre a scrivere articoli segue la rassegna stampa internazionale. Si trasferisce a Milano dove si forma come comunicatore all'interno dell'organizzazione di eventi e customer care.

Venerdì 8 novembre alla 21,30 presso il circolo Asso di Bastoni di via Cellini 22 , si svolgerà il convegno “Censurati, può un social network decidere cosa si può dire e cosa no? Può una impresa lavorare fuori dal politicamente corretto? La censura è una privazione di libertà?”

Il convegno nasce a seguito dei recenti avvenimenti, ovvero da quando Facebook ha chiuso le pagine di CasaPound Italia, oscurato quello del quotidiano sovranista Primato Nazionale. Non solo molti utenti legati a queste pagine si sono visti chiudere la propria personale, ma ciò è accaduto anche per profili di sinistra, ad esempio quello dei Giovani Democratici, organizzazione giovanile del Partito Democrato, per aver dato solidarietà al popolo Curdo a seguito degli attacchi turchi.

- Advertisement -

Al convegno interverrà Francesco Polacchi di Primato Nazionale, ma sopratutto editore di AltaForte la casa editrice che venne esclusa dal Salone del Libro di Torino, perché considerata vicina a CasaPound, e cui fu impedito di presentare il libro intervista di Matteo Salvini, all’epoca ministro dell’Interno. Insieme a lui ci sarà l’avvocato Gino Arnone, esperto in danno alla persona, e l’onorevole Andrea Delmastro, avvocato e parlamentare di Fratelli d’Italia

- Advertisement -

«Il movimento più bannato del web non si ferma nonostante la censura social e, anzi, rilancia con un evento presso lo storico circolo Asso di Bastoni che vedrà come relatori l’Onorevole Andrea Delmastro (parlamentare di FdI), Francesco Polacchi (Altaforte Edizioni) e come moderatore l’Avvocato Gino M. D. Arnone» spiega Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound «Viste le recenti censure imposte dalle piattaforme di Zuckerberg che hanno cancellato tutte le pagine social legate a CasaPound e decine di profili privati dei responsabili del movimento, l’Asso di Bastoni si riempie di donne e uomini liberi: venerdì 8 novembre siete tutti invitati al dibattito a cui parteciperanno Francesco Polacchi, fondatore di Altaforte Edizioni e del Primato Nazionale e l’Onorevole Andrea Delmastro, parlamentare di Fratelli d’Italia” continua Rossino: “Parleremo di censura, di sovranismo, di libertà e dei grandi progetti che abbiamo in serbo per riprenderci gli spazi che ci sono stati tolti».

Marco Racca, coordinatore regionale del movimento: «La censura è un’arma a doppio taglio che sempre si ripercuote contro chi la esercita; Zuckerberg non ha evidentemente abbastanza studiato la storia. In queste settimane abbiamo avuto dimostrazione di tutto questo: decine di messaggi di solidarietà da parte di privati e di personaggi di spicco del giornalismo, della politica e dell’editoria. Dopo aver ospitato un salone alternativo in opposizione alla censura istituzionale che ha colpito Altaforte Edizioni escludendola dall’ultimo Salone del Libro, l’Asso di Bastoni sarà una volta ancora avanguardia di libertà. Vi aspettiamo venerdì 8 novembre dalle 20.00!»

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

La Festa della Tommaseo su Youtube il 7 giugno: “Servono 30 mila euro per attività e laboratori”. Adotta la scuola

La tradizionale festa dell'Istituto comprensivo Niccolò Tommaseo si svolgerà anche quest'anno, seppur in maniera differente dalle altre edizioni, come spiegano dalla scuola...

2 Giugno Festa della Repubblica in Piemonte

In occasione del 2 giugno, Festa della Repubblica, Giunta e Consiglio regionale, Prefettura, Comune di Torino, Città metropolitana, Ufficio scolastico regionale e i...

Ripresa perchè non porta la mascherina sul bus, sassate all’autista Gtt

Un'aggressione con una vera e propria escalation di violenza quella subita da una autista di Gtt questa mattina, all'altezza di corso Lecce. 

Teatro Regio, la prima vittima “con” Coronavirus

Molto spesso abbiamo sentito in questi mesi due differenti espressioni riferite al Covid: il paziente è morto “per” il coronavirus oppure “con”...

Stretta di Appendino sulla movida: le nuove regole valide fino al 6 giugno

La sindaca Chiara Appendino prova a mettere un freno alla movida visto le folle che hanno gremito locali e piazze della città...