16.9 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Al via la 31esima edizione del Tff. Gran Premio a Mazzacurati e Tet Carpet

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Parte la 31esima edizione del Torino Film Festival targata Paolo Virzì.
La serata inaugurale si terra al Lingotto nell’Auditorium “Giovanni Agnelli” e la madrina sarà, come annunciato, Luciana Littizzetto. Ovviamente al taglio del nastro non mancheranno il direttore del Tff, il regista di “Caterina va in città”, il sindaco di Torino Piero Fassino e gli assessori alla Cultura, quello regionale Michele Coppola, e comunale Maurizio Braccialarghe.
Un’occasione unica per il capoluogo piemontese e che ha portato la città della Mole a conquistarsi un posto nel palcoscenico del cinema internazionale.
E il programma come ogni anno è ricchissimo. Un menù che come detto Virzì sarà pop, festoso e all’insegna della bellezza.
Per il 24 novembre è attesa per la proiezione in anteprima di “La sedia della Felicità”, pellicola di Carlo Mazzacurati con Valerio Mastandrea. Al regista andrà il Gran premio del Tff.
«È ispirato da un paesaggio umano e fisico che conosco bene, il nordest – ha detto Mazzacurati – Pur avendo una sua identità precisa è un luogo che credo possa raccontare bene anche il resto d’Italia».
Un festival importante di crescita culturale per la città, un momento in cui le proteste sociali hanno maggior visibilità. Ad esempio è attesa per il 24 novembre, quando verrà steso il “Tet Carpet”: un tappeto di foto di seni nudi per denunciare la chiusura dell’Ospedale Valdese, eccellenza nazionale per la prevenzione a la cura del cancro al seno.

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano