25.2 C
Torino
martedì, 23 Luglio 2024

Vogliono uccidere Brumotti (VIDEO)

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Ennesima e aggressione all’inviato di Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti.
Questa volta è stato colpito con un bastone ed è stato ricoverato all’ospedale di Milano Niguarda.

L’inviato stava filmando lo spaccio di droga proprio in una delle zone centrali del capoluogo lombardo a porta Venezia.

“Ora sto bene – ha raccontato Brumotti – Mi sono spaventato parecchio. L’aggressione è stata molto violenta e per qualche minuto ho perso conoscenza. Ma per fortuna adesso sto bene. Sono stato aggredito da un gruppo di spacciatori. Mi hanno colpito al volto in modo violento”.

“Le forze dell’ordine e gli operatori sanitari sono immediatamente intervenuti e mi hanno portato all’ospedale Niguarda -continua l’inviato-. Voglio rassicurare tutti: sto bene e ho firmato per tornare a casa. Hanno provato ancora una volta a intimidirmi, ma anche questa volta non mi fermeranno”.

Le immagini di Vittorio Brumotti picchiato sono state riprese anche dalla leadere di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. “Solidarietà a Vittorio Brumotti, finito in ospedale mentre tentava di documentare lo spaccio a Milano. Sicura che nemmeno questa vigliacca aggressione riuscirà a fermarlo e che come sempre tornerà più in forma di prima. Siamo tutti con te Vittorio”, conclude Giorgia Meloni.

Dicevamo: ennesimo pestaggio per Brumotti che con i suoi servizi segnala i luoghi dove le famiglie non possono andare o dove i residenti sono costretti a restate chiusi in casa perché le zone sono in mano agli spacciatori. È chiaro che queste continue aggressioni hanno un solo significato: Brumotti da fastidio e qualcuno preferirebbe vederlo morto che vederlo tra le strade a denunciare il degrado di interi quartieri, finiti in mano alla criminalità organizzata.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano