20.4 C
Torino
domenica, 21 Luglio 2024

Violenza sulle donne: un flashmob a Torino per ricordare le vittime

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Tante le donne uccise ogni anno nel nostro Paese, spesso proprio per mano di chi dice di amarle. Un’ondata cruenta che sembra non avere fine e per ricordare tutte le vittime di violenza, martedì 30 settembre, nel centro di Torino ci sarà un flashmob, organizzato dalla Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica e dal Centro Studi e Documentazione Pensiero femminile di Torino.
Una ricorrenza che ormai da anni tocca diverse città italiane, e che siano centinaia di scarpe disseminate al centro delle strade o centinaia di donne con foulard rosso o con le mani dipinte di vernice dello stesso colore, l’importante è ricordare e «denunciare la cultura del nostro paese troppo abituata alla violenza contro le donne».
Perché il rosso è il colore della pasisone,  ma anche del sangue delle donne uccise, scomparse, o vittime di abusi.
Al fashmob partecipano, tra gli altri, l’attrice e scrittrice italiana Maria Rosaria Omaggio, la cantautrice Lucilla Galeazzi e l’Orchestra internazionale per la pace Pequenas Huellas.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano