16.2 C
Torino
mercoledì, 27 Maggio 2020

Violenza coniugale, arrestato un uomo a Torino

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Marzio Dinamo
Marzio Dinamo
Esperto di comunicazione, grafica e marketing. Con passione per giornalismo, inchieste, cronaca e politica

I giorni di convivenza forzata, aumentano esponenzialmente i rischi di violenza coniugale e quindi nei confronti delle donne. Ed ecco che, le malcapitate già vittime di violenza in tempi cosiddetti “normali” vivono un incubo in questi giorni di convivenza domiciliare forzata; a tal proposito un italiano di 34 anni è stato arrestato a Torino dai carabinieri, intervenuti presso la loro abitazione dopo una segnalazione al 112 per sedare l’ennesimo litigio.
È stata la stessa moglie, una cittadina peruviana di 27 anni, a dare l’allarme. L’uomo è ritenuto responsabile di condotte vessatorie e di reiterate violenze psico-fisiche nei confronti della moglie, che non ha inteso sottoporsi alle cure mediche ed è stata informata sulle modalità di accesso ai centri antiviolenza. Applicato il codice rosso, quello che introduce una corsia preferenziale per le denunce, rende le indagini più rapide e permette ai pm ad ascoltare le vittime entro tre giorni.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Appendino bis, Carretta (PD): “Guardare oltre politica anestetizzata”

Parole dure, accompagnate da un'immagine della sindaca di Torino Chiara Appendino con l'assessora ai Trasporti Maria Lapietra, la ministra all'Innovazione ed ex...

Piemonte, obbligo di mascherina anche all’aperto per il ponte del 2 giugno

Obbligo di mascherina anche all'aperto nei giorni del ponte del 2 giugno, in Piemonte, come ha spiegato ai microfoni della trasmissione 'Centocittà'...

Il rettore del Politecnico Guido Saracco: “Riaprite le scuole”

Il rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco, primo ospite degli Avio Aero Talk, appuntamenti virtuali organizzati dall'azienda per i propri lavoratori, spiega...

Ma qualcuno si degna di controllare il cantiere del complesso universitario Aldo Moro?

Osservando da vicino il cantiere del complesso edilizio Aldo Moro, dove sta sorgendo il cosiddetto campus urbano dell'Università di Torino, non si...

Un anno di Giunta Cirio, Grimaldi (LUV): “Sotto gli annunci niente”

“Dopo il primo anno di governo della Regione, il Presidente Cirio annuncia che rifarebbe tutto nello stesso modo. Cioè niente! Abbiamo vissuto...