5.5 C
Torino
martedì, 9 Marzo 2021

Valle e Rossi (Pd): “Anche in Piemonte vaccini non utilizzati a sostituti”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

I consiglieri regionali del Partito Democratico Daniele Valle e Domenico Rossi chiedono che i vaccini non somministrati vengano assegnati a sostituti: “Anche la Regione Piemonte adotti il metodo ‘panchina’ già attivato dalla Regione Lazio per evitare lo spreco di dosi”.

“Ogni giorno durante i turni di vaccinazione possono esserci defezioni dell’ultimo minuto per problemi personali o di salute, quelle dosi di vaccino però non devono andare perse – sostengono gli esponenti dem -. Seguendo l’esempio di Israele, la Regione Lazio ha previsto di affidare alle Uscar quelle dosi per farle a domicilio agli over 80 che hanno già aderito alla campagna”. 

“In questo modo è possibile salvare le dosi, destinandole in maniera trasparente alla fascia di popolazione più fragile che potrà anche anticipare i tempi di attesa – concludono Valle e Rossi -. Per questo ci rivolgiamo alla Regione in modo che fin da subito si lavori alla predisposizione di questo doppio binario di vaccinazione”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano