12.9 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Tutte le altre grandi città. Proiezioni: Plebiscito M5S a Roma e De Magistris a Napoli. Torino verso la vittoria Appendino. Milano testa a testa. A Bologna avanti il centrosinistra. Diretta

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Arriva la dichiarazione ufficiale del Pd: «E’ una sconfitta netta e senza attenuanti a Roma e Torino e una vittoria netta a Milano e Bologna. La Lombardia vede tutti comuni capoluogo in tutti comuni capoluogo. Resta l’amaro in bocca per alcune sconfitte molto dure. Il dato del voto territoriale è frastagliato. La direzione nazionale del Pd rifletterà sui risultati».

Da Napoli parla De Magistris: «Il risultato è inequivocabile. Questa è una vittoria esclusiva dei mostri militanti e del nostro popolo, di tutte le persone che ci hanno creduto. Non abbiamo avuto travasi di voti dal Pd o dal 5 Stelle nel ballottaggio: è una vittoria solo nostra. Abbiamo vinto contro il candidato del Governo, contro il M5S, contro il centrodestra e contro la gran parte del mondo dell’informazione. Non è un voto di protesta. Ha Napoli ha vinto il voto della rivoluzione governando».

Centrodestra avanti a Trieste di misura con il 52%. A Novara Lega Nord in vantaggio con il 55-60%. A Brindisi centrosinistra avanti di un soffio. A Grosseto centrodestra al 55%. A Latina plebiscito centrosinistra con il 75%.

I dati delle proiezioni continuano a confermare sia Raggi che De Magistris tra il 65% e il 70%. A Bologna Merola avanti con un range 50-55%. A Torino Chiara Appendino, a metà dei seggi scrutinati, è al 55%.

Arrivano le dichiarazioni di Giachetti che getta la spugna e riconosce la sconfitta: «Mi pare evidente che ormai ci sarà un sindaco del 5Stelle che si chiama Virginia Raggi e noi faremo opposizione non preconcetta. La sfida era difficile e ci abbiamo provato. Abbiamo fatto comunque qualcosa di importante. Questa sconfitta mi appartiene: ho chiesto mani libere in tutta la campagna elettorale e le ho ottenute. Ringrazio il mio partito e i cittadini che mi hanno dato fiducia. Dalle sconfitte si deve ripartire e noi possiamo dare molto a questa città. Porteremo avanti le nostre idee per Roma dall’opposizione».

Aggiornamento exit poll: Roma con Raggi intorno al 65%, a Milano avanti sala di una manciata di punti, Torino Appendino tra il 50% e il 55%.

I primi exit poll di Roma danno la candidata pentestellata Raggi avanti con circa il 60% dei voti. A Napoli marcatamente avanti il sindaco uscente. Nel capoluogo della Lombardia, come previsto, testa a testa serrato tra Sala e Parigi. A Bologna avanti il centrosinistra con Merola. Nella capitale un boato dei sostenitori della Raggi ha accolto le previsioni di un risultato oltre il 60%: i pentestellati sono in festa.

Al quartier generale del Movimento 5 Stelle a Roma presente anche Davide Casaleggio, figlio del defunto cofondatore dell’M5S

A breve l’inizio dello spoglio in tutti i grandi centri italiani

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano