24 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Toro, contro il Cagliari arbitra Calvarese: vietato lasciarsi influenzare

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Dopo Banti, Calvarese. La strada del Torino legata agli arbitri sembra sempre funestata da incontri poco piacevoli. Nel primo caso, la polemica è esplosa nel dopo partita di Toro-Roma, con Banti accusato di aver favorito i padroni di casa con decisioni discutibili e di aver poi cenato allegramente in compagnia di mister Ventura.
Gianpaolo Calvarese invece, destinato ad arbitrare il match di domenica in casa del Cagliari, suscita brutti ricordi nella mente della tifoseria granata. L’arbitro di Teramo è infatti colui che dovette dirigere la difficilissima partita Padova-Toro di due anni fa, tristemente famosa per il blackout dell’impianto di illuminazione e per le polemiche che ne seguirono.
I precedenti
Ma Calvarese per il Torino non è mai stato legato a ricordi piacevoli: su otto volte che ha diretto i granata, questi hanno perso cinque volte, e vinto una sola. Certo, sono numeri sterili e sicuramente non devono avere troppo peso, sono dati per amor di statistica. Però, guarda caso, il teramano è stato di nuovo protagonista di un errore grossolano, questa volta all’Olimpico di Roma la scorsa stagione, quando nella veste di assistente di porta consigliò a Guida di fischiare un rigore per un contatto inesistente tra Ogbonna e Marquinho. Un episodio che fece talmente arrabbiare Giampiero Ventura che venne allontanato dal campo.
Insomma, troppi episodi spesso dubbi legati al fischietto di Teramo. Considerando poi che, a parte il discusso caso di domenica scorsa contro i giallorossi, il campionato del Torino è stato fin qua costellato da errori più o meno gravi che hanno rosicchiato diversi punti ai granata.
Il Cagliari
Il compito di Ventura è di non permettere che i suoi ragazzi vengano influenzati da queste voci e portarli concentrati alla trasferta del Sant’Elia. Ma non è bene nemmeno pensare troppo all’impresa di essere riusciti a fermare la cavalcata trionfale della Roma: il rischio è quello di sottovalutare l’avversario di domenica, che in classifica si trova a pari punti con i granata e arriva da tre sconfitte consecutive. La voglia di interrompere questa striscia negativa da parte dei cagliaritani sarà quindi alle stelle. Ventura pare propenso a riconfermare il 4-2-4 visto contro la capolista, che ha fatto vedere buoni risultati.
Le formazioni
Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Dessena, Astori, Rossettini, Murru; Cabrera, Conti, Nainggolan; Cossu; Ibarbo, Nenè
Panchina: Avramov, Carboni, Pisano, Oikonomou, Ariaudo, Avelar, Del Fabro, Eriksson, Casarini, Muroni, Suella. Allenatore: Lopez. Indisponibili: Ekdal Perico Pinilla Sau
Torino (4-2-4): Padelli; Darmian, Glik, Moretti, D’Ambrosio; Gazzi, Vives; Cerci, Meggiorini, Barreto, El Kaddouri
Panchina: Berni, Gomis, Maksimovic, Bovo, Masiello, Pasquale, Brighi, Bellomo, Basha, Aramu, Immobile Allenatore: Ventura. Squalificati: Gillet. Indisponibili: Larrondo Rodriguez Farnerud.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano