24 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Torino, cinque milioni per piste ciclabili e manutenzione

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

A Torino sempre più piste ciclabili. La giunta comunale ha approvato una serie di delibere per completare e ampliare la rete ciclabile cittadina stanziando 5 milioni di euro per nuovi assi per le due ruote, e per la manutenzione delle ciclopiste già esistenti e della segnaletica e degli stalli dedicati. Così come saranno ampliati i controviali a 20km orari. 

L’obiettivo, spiega l’assessora alla Mobilità Maria Lapietra, “di sviluppare una rete ciclabile per la pendolarità, ovvero funzionale agli spostamenti sistematici realizzati per motivi di lavoro e studio”.

A Torino nuove piste ciclabili anche verso i Comuni limitrofi

Fondamentale, dunque, la realizzazione di collegamenti tra la città e i comuni limitrofi con due assi di collegamento individuati come prioritari per l’ingresso in città, quello verso Venaria sull’asse di via Lanzo e quello verso Moncalieri sull’asse di via Nizza, con una terza direttrice individuata in corso Vercelli. Una parte dei 4,9 milioni, circa 1 milione, è poi destinata alla manutenzione dei tratti più ammalorati e utilizzati della rete esistente e alla connessione di tratti mancanti. 

Per quel che riguarda i controviali a 20 km i cantieri interesseranno corso Peschiera, tra i corsi Brunelleschi e Mediterraneo, corso Einaudi, tra i corsi Mediterraneo e Re Umberto, corso Regina Margherita, da Rondò Rivella a corso Principe Oddone, e corso Potenza, tra i corsi Regina Margherita e Grosseto.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano