2.4 C
Torino
venerdì, 22 Gennaio 2021

A Torino buoni spesa per le famiglie in difficoltà per il Covid dal 9 dicembre

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Il Comune di Torino si prepara a distribuire nuovi buoni spesa per le famiglie in difficoltà a causa della seconda ondata Covid.

Due milioni di euro in buoni spesa per le famiglie in difficoltà economica. Dal 9 dicembre sarà possibile presentare le domande per il servizio messo a disposizione dalla Città di Torino grazie alle nuove risorse stanziate attraverso il decreto Ristori Ter per il contrasto alla povertà alimentare. 

La misura del governo stabilisce per il capoluogo piemontese 4 milioni e 600 mila euro di risorse. Di questi 2 milioni e mezzo di euro saranno utilizzati per buoni spesa per l’acquisto di cibo fresco, mentre gli altri due milioni e 100 mila euro andranno alla rete Torino Solidale che da sempre consegna alle famiglie che ne fanno richiesta dei panieri con alimenti a lunga conservazione e altri beni di prima necessità.

Ad approvare la distribuzione delle nuove risorse la Giunta comunale. Come già per la scorsa primavera, il valore del buono spesa sarà determinato sulla base del numero dei componenti il nucleo familiare e per un importo complessivo trimestrale da un massimo di 120 euro (per nuclei da 1 a 2 componenti) a 240 euro (3 o 4 componenti) e a un massimo di 360 euro per famiglie con 5 o più persone.

Priorità d’accesso sarà per i nuclei familiari che non beneficiano di altri contributi pubblici e per le famiglie con uno o più componenti disabili e minori.

I nuclei già inseriti nella rete di aiuti di Torino Solidale non dovranno presentare domanda, mentre le famiglie che vivono una situazione di difficoltà, ma ad oggi non beneficiano del sostegno di Torino Solidale dovranno, invece, inoltrare la richiesta di sostegno alimentare (è sufficiente la presentazione di un solo componente per tutta la famiglia anagrafica) via web compilando un modulo disponibile all’indirizzo http://www.torinofacile.it/torinosolidale e allegando la documentazione richiesta.

Sarà inoltre attivato un call center, che risponde al 011 011 30003, con operatori che forniranno informazioni e il supporto utile alla compilazione della domanda on-line. Anche, in caso di necessità per le persone non di madrelingua italiana, con l’aiuto di mediatori culturali.

A fronte della richiesta inviata, i nuclei identificati come prioritari saranno progressivamente richiamati da operatori dei Servizi Sociali della Città ai fini della validazione della domanda stessa.

L’attribuzione del buono avverrà, congiuntamente alla consegna del paniere, tramite il rilascio ai cittadini e alle cittadine di un documento cartaceo contenente l’ammontare mensile del buono da spendere o con la possibilità di scaricarlo attraverso apposita applicazione web.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano