9.2 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Torinesi a casa per Pasqua, Appendino: “Solo il 7 per cento ha violato i divieti”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

E’ soddisfatta la sindaca Chiara Appendino per il comportamento dei torinesi nelle giornate della Pasqua. Infatti il 93 per cento sono rimasti a casa rispettando gli appelli e i divieti.

“Il timore che le uscite ingiustificate nelle giornate di Pasqua e Pasquetta fossero numerose c’era – scrive la sindaca – Invece i torinesi si sono dimostrati molto disciplinati. Secondo i dati della Polizia Municipale, su 100 controlli ben 93 cittadini stavano rispettando le prescrizioni contro il coronavirus. Le sanzioni sono state il 7 per cento del totale, un dato solo leggermente più alto rispetto ai giorni precedenti”.

Appendino ha ringraziato Polizia Municipale e Forze dell’Ordine e precisato che i presidi sono stati su tutto il territorio. “Oltre alle ordinarie pattuglie sono stati utilizzati anche droni che hanno sorvolato le aree scarsamente abitate per controllare la presenza di eventuali assembramenti”.

“Questa è la riprova, come vi ho detto qualche giorno fa, che la stragrande maggioranza dei torinesi sta facendo la sua parte per uscire dall’emergenza il prima possibile.  Un ringraziamento a loro e, come sempre, a tutte le Autorità che lavorano al servizio dei cittadini” conclude la sindaca.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano