21.3 C
Torino
venerdì, 12 Luglio 2024

ToBike, interventi sulle bici per migliorare il servizio

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Vanna Sedda
Dopo 4 anni di intenso utilizzo, il parco bici di ToBike si rinnova. A comunicarlo è Pietro Drago, presidente della Comunicare, azienda affidataria del servizio, che a lavori in corso spiega gli interventi in programma per migliorare la qualità del servizio di bike sharing.
L’usura delle biciclette in circolazione a Torino dal 2011, e forse qualche lamentela in più ricevuta dai cittadini, stanno alla base della decisione di sostituire progressivamente alcuni componenti dei mezzi, tra cui i sellini, che saranno tutti fissi e regolabili in altezza, e le luci sui fanali anteriori e posteriori che saranno a led.«Si tratta di migliorie che richiedono un certo tempo di realizzazione e i cui risultati possono essere percepiti non certo nell’immediato» ci spiega Drago. Gli utenti potranno inoltre contare su squadre di pronto intervento bici, che avranno anche il compito di intervenire in tempo reale a seguito di una segnalazione al numero verde di assistenza clienti. Anche le stazioni aumenteranno di numero: le attuali 108 diventeranno 130 entro la fine dell’anno. E di questo i torinesi non potranno che essere contenti, avendo eletto la bicicletta condivisa come nuovo mezzo di trasporto, alternativo e sostenibile, per gli spostamenti quotidiani. Infatti il numero di prelieviè cresciuto sensibilmente negli anni, arrivando a punte superiori ai 10.000 al giorno: una media di rotazione quotidiana di gran lunga superiore alle altre città europee. Un boom che non può che far piacere all’ambiente, se si pensa alle tonnellate di CO₂ non emessa, ma che certo nessuno si aspettava. Tanto meno le conseguenze derivanti da un elevato utilizzo.
«L’esperienza torinese del bike sharing è lo specchio di una società che si orienta sempre più spesso verso le due ruote per muoversi in città – ha commentato l’assessore all’Innovazione e all’Ambiente, Enzo Lavolta – la rapida crescita della domanda ha creato delle ‘criticità da successo’ che non si sono riscontrate altrove. Criticità che ora, a quattro anni dal lancio del servizio, trovano una risposta concreta nelle interessanti novità proposte da ToBike».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano