13.5 C
Torino
lunedì, 2 Agosto 2021

Notte di guerriglia contro le chiusure

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Fuochi di artificio, lanci di bottiglie, petardi, bombe carta e cori contro la giunta regionale e contro le forze dell’Ordine schierate in assetto antisommossa. È entrato subito nel vivo la manifestazione indetta in piazza Castello per protestare contro il nuovo Dpcm che obbliga la chiusura di palestre e centri sportivi e la chiusura anticipata di bar e ristoranti.

Tensioni a cui la polizia ha risposto con cariche di alleggerimento allontanando i manifestanti dalla piazza e disperdendolo tra via Roma e via Po.

Le cariche e le tensioni si sono susseguiti anche nelle traverse di via Roma con lancio di lacrimogeni e bombe carta. Numerose vetrine sono state distrutte i negozi saccheggiati e un intero cantiere divelto.

Gli scontri sono proseguiti anche in via Po fino in tarda serata. Ferito un fotografo, due agenti di polizia. Dieci i fermati.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano