23.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Tari, sospesi i pagamenti delle utenze domestiche

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Com’era stato anticipato nei giorni scorsi, vista l’emergenza Coronavirus, questa mattina la giunta Appendino ha sospeso il pagamento della Tari anche per i privati, come in precedenza era stata congelata per le imprese.

Per le utenze domestiche sono stati sospesi i termini ordinari di versamento delle prime due rate dell’acconto della tassa sulla raccolta rifiuti  la cui scadenza era prevista il 30 aprile e il 29 maggio).
Questo viene stabilito da una delibera proposta dall’assessore al Bilancio, Sergio Rolando

“Il provvedimento prevede inoltre, nel caso di contribuenti che a causa dell’emergenza COVID-19 si trovino in difficoltà nel rispettare i piani rateali in corso, di sospendere il pagamento delle rate in scadenza tra l’8 marzo ed il 31 maggio, secondo le modalità che saranno pubblicate sul sito web di Soris S.p.A.  Ai versamenti effettuati oltre le scadenze originariamente previste, non saranno applicati sanzioni, interessi e oneri aggiuntivi”.

“La delibera varata oggi sulla sospensione del pagamento della tassa rifiuti per le utenze domestiche – dichiara l’assessore Rolando – risponde, come altre misure già adottate dall’Amministrazione comunale, alla necessità di offrire alle famiglie torinesi una forma di sostegno per aiutarle ad affrontare questo particolare momento di crisi “.

Sempre questa mattina la Giunta comunale ha approvato  una delibera, sempre su proposta di Rolando,  che esenta dalla corresponsione del canone Cosap Temporaneo quelle occupazioni di suolo pubblico “come le concessioni per cantieri di lavoro, ponteggi e steccati, per dehors, non avvenute perché le relative attività sono state sospese in osservanza alle misure, come quelle contenute nel Decreto del Presidente della Regione del 21 marzo 2020, adottate per il contenimento della diffusione del contagio da Coronavirus”.

Sospeso e rinviato al 30 giugno il versamento della prima, nel caso di più rate, o dell’unica rata del pagamento per l’anno in corso dei canoni COSAP E CIMP PERMANENTI,  previsto per il 30 maggio.
“La monorata di entrambi i canoni potrà dunque essere versata alla scadenza della seconda rata ( il 30 giugno ), cosi così come la prima di più rate potrà essere versata il 30 giugno insieme a quanto dovuto per la seconda. E’ data inoltre indicazione alla concessionaria Soris SpA di predisporre, per i contribuenti che non intendano avvalersi della sospensione nei termini previsti dalla delibera varata oggi, di modalità idonee per il versamento con specificazioni sul sito internet di Soris, essendo esclusa nel suddetto periodo la postalizzazione degli avvisi bonari di pagamento”.

 

 

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano