22.2 C
Torino
domenica, 21 Luglio 2024

Sindacati contro le nuove tariffe Gtt: “Rischio di penalizzare molte fasce di cittadini”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Non convince i sindacati la rivoluzione tariffaria di Gtt presentata nei giorni scorsi dalla giunta comunale. Cgil, CISL e Uil infatti hanno chiesto alla sindaca Appendino e all’assessore ai trasporti Maria Lapietra un tavolo di confronto “che affronti nello specifico i dubbi da noi evidenziati in relazione alla nuova modulazione delle agevolazioni nel passaggio dal reddito all’Isee”. Dubbi che i sindacati avevano già espresso in una nota inviata a Lapietra e “a cui non è seguito alcun cenno di riscontro”.
Insomma, l’abbonamento per studenti e pensionati calmierato in base all’Isee non convince e il timore è che possano svantaggiare alcune categorie”. “Abbiamo forti preoccupazioni che il modello individuato, nelle intenzioni, finalizzato ad incentivare l’utilizzo del servizio di trasporto pubblico locale, ancorché intervenire a sostegno dei cittadini a basso reddito corra, invece, il rischio di penalizzarne una parte consistente. Da alcune simulazioni, che andranno ulteriormente valutate, per usufruire delle agevolazioni previste, passando dal sistema reddito all’ISEE, si corre il rischio di vedere penalizzate talune fasce di utenti over 65, con identici effetti anche sugli studenti” spiegano dai sindacati.
Aggiungendo anche di condividere l’intento di ampliare il pubblico che utilizza i mezzi pubblici e favorirne la fidelizzazione: “Come da sempre sostenuto, l’utilizzo del trasporto pubblico locale deve avere quale obiettivo la massima accessibilità e fruibilità per tutti i cittadini, incentivata attraverso la politica del prezzo sostenibile”, aspetto quest’ultimo che non sarebbe presente nel progetto della giunta.
“ Per questo – concludono Cgil, Cisl e Uil – chiediamo all’Assessore Lapietra e alla Sindaca Appendino, l’apertura urgente di un tavolo di confronto sui temi da noi evidenziati e conseguentemente l’avvio del monitoraggio costante, volto a correggere eventuali anomalie del nuovo modello tariffario e valuti il concreto raggiungimento degli obiettivi previsti”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano