27.4 C
Torino
martedì, 4 Agosto 2020

San Donato, due commercianti regalano carne a chi è in difficoltà

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Marzio Dinamo
Marzio Dinamo
Esperto di comunicazione, grafica e marketing. Con passione per giornalismo, inchieste, cronaca e politica

Sono momenti difficili per gli italiani vittime di una crisi, frutto del blocco dell’emergenza Coronavirus. Un periodo senza precedenti dal dopoguerra ad oggi.
A farne le spese quelle fasce della popolazione già sofferenti in tempi normali e che oggi soffrono ancor di più, visto che non sempre si riesce a soddisfare la più basilare delle esigenze cioè il poter avere la possibilità economica di fare la spesa. Ed ecco che nel quartiere San Donato, a Torino, il cuore d’oro di alcuni commercianti, sta dando una luce ed una speranza agli ultimi, a coloro spesso dimenticati dalla società.
La risposta al grido di dolore di chi letteralmente non può mangiare è arrivata dalla “Macelleria Giuseppe Manno” in via San Donato 27D.
L’iniziativa è semplice ma per nulla scontata: donare la carne e beni di necessità primaria della “bottega della carne” – come recita l’insegna – a chi non può materialmente permettersi di fare la spesa.
Alla sua iniziativa si è unita prontamente la “Ferramenta Eco” distante un paio di isolati dalla macelleria per l’esattezza in via Miglietti 4.
La Ferramenta dona la metà dell’incasso della vendita – a prezzo corretto – delle mascherine anti virus, alla stessa Macelleria Giuseppe Manno per poter così aiutare il maggior numero di persone possibili.
L’iniziativa ad oggi, ha permesso di aiutare una quarantina di famiglie in grave difficoltà. i Due commercianti hanno spiegato il loro gesto: “Questo dono che facciamo a noi non cambia la vita, ma a qualcuno poter mangiare oggi forse si”. Dicevamo, una stupenda iniziativa dei due commercianti, in un’epoca in cui ognuno pensa al proprio orticello, il loro gesto è una luce in fondo al tunnel e un esempio per l’intera comunità.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Mauro Berruto: “Unità indispensabile per la squadra di Torino 2021”

Per cogliere nel segno, quasi mai l'arciere punta al centro dell'obiettivo. Tende l'arco. La freccia, quando vola, ha un comportamento aerodinamico sorprendentemente metaforico....

Prefettura e Regione fermano nuovi arrivi di migranti in Piemonte

Non ci saranno altri arrivi di migranti in Piemonte. È questo il risultato dell'esito dell'incontro in Prefettura tra il prefetto di Torino...

Concorso per dirigenti del Comune di Torino: candidati denunciano errori nella procedura

A seguito della pubblicazione da parte del nostro giornale dell’articolo sulla prima fase del concorso per dirigenti del Comune di Torino sono...

Coronavirus: Piemonte +15 positivi e nessun decesso

Sono 15 le nuove positività al Coronavirus registrate oggi in Piemonte. Sei sono asintomatiche. Tre dei casi sono importati. E' quanto si...

La guerra del retino. “Se non fermi tuo figlio hai meno neuroni del granchietto che ha messo nel secchiello”

“Vuoi insegnare a tuo figlio che non è normale e non è un gioco far morire in un secchiello un granchietto dopo...