18.6 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Roma, picchiata donna africana sul bus: "Mi attacchi l'Ebola"

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Continua il paranoico delirio per il virus Ebola. Una ragazza africana è stata aggredita ieri su un autobus di Roma, nei pressi del capolinea di Grotte Celoni. «M’attacchi l’Ebola»: questo ha gridato una ragazzina, che era in compagnia delle sue amiche, contro una ventiseienne guineana, Fataomata Sompare. La giovane africana è in Italia da quattro anni abita a Torre Maura. Il parapiglia è scoppiato quando la ragazza stava per scendere dal bus.
«Mi hanno detto che ho l’ebola e che dovevo scendere dal bus» ha raccontato Fataomata. Dopodiché è scoppiata la rissa quando alcuni parenti della giovane si sono fatti avanti per difenderla. Sull’autobus alcune persone hanno tentato di sedare gli animi, per portare la calma, ma sembra che anche le forze dell’ordine intervenute abbiano avuto difficoltà in ciò. Il legale della donna guineana, Andrea Masotta, ha annunciato che denuncerà il caso alla procura.
Continuano quindi i casi strambi ed evidentemente inspiegabili di paura e xenofobia, spesso motivati più da un latente ma presente razzismo che da un reale pericolo di contagio del maledetto virus.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano