23.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Rimpasto di Giunta: Appendino lascia quattro deleghe

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Lo aveva già anticipato in questo weekend, ma ne ha dato oggi conferma. Chiara Appendino lascia alcune deleghe ai suoi assessori. «Per il bene della città ho ritenuto opportuno distribuire ai miei assessori alcune deleghe che avevo tenuto per me, attirandomi la definizione di “super sindaca”» ha annunciato in Sala Rossa la prima cittadina aggiungendo che «gli assessori in questi mesi hanno avuto modo di prendere confidenza con i meccanismi di funzionamento dell’amministrazione; e tra loro sono emerse capacità personali e inclinazioni».
Così come è ufficiale l’ingresso in giunta di Alberto Unia: l’ex capogruppo prende il posto della uscente Stefania Giannuzzi all’Ambiente. Cambio che verrà formalizzato domani con una delibera di giunta, anche se oggi è stato ribadito come il cambio non abbia nulla a che fare con i fatti di piazza San Carlo.
Quattro invece le deleghe che Appendino ha ridistribuito. Polizia Municipale e Sicurezza che vanno all’assessore allo Sport Roberto Finardi, già assessore allo Sport a cui spetta «occuparsi del cambio del comandante e della riorganizzazione del corpo dei vigili urbani».
Marco Giusta prende l’incarico del decentramento per completare la riforma delle Circoscrizione. Mentre Francesca Leon, già assessora alla Cultura prende anche la delega alle Attività e manifestazioni culturali, di competenza della sindaca ma esercitata dal suo capo di Gabinetto Paolo Giordana). Infine a Paola Pisano, assessora all’Innovazione, va la delega alla Partecipazione.
«A me – ha concluso la sindaca – rimarranno le deleghe alle società Partecipate, per le quali stiamo preparando la delibera di ricognizione, la Promozione internazionale e i Grandi eventi, che alla luce della circolare Gabrielli dovranno rispondere a nuove misure di sicurezza».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano