18.1 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Reddito di cittadinanza, M5s risponde al Pd: “Non strumentalizzare la povertà”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di Giulia Zanotti

Arriva dopo alcuni giorni la risposta del gruppo consiliare del Movimento cinque stelle alle accuse sollevate dal Pd in merito alla mancata discussione in Sala Rossa di una mozione per misure di contrasto alla povertà, in cui si affrontava la questione del reddito di cittadinanza per chiedere a Regione e Governo di riprendere la discussione sospesa nel 2015.
«La mozione era stata rimandata da tutte le forze politiche per ulteriori approfondimenti» spiegano dai Cinque Stelle, aggiungendo come «nella commissione successiva, la settimana dopo, da nessuna forza politica vi sono state proposte o azioni a livello comunale ad eccezione del M5S, con Debora Montalbano che ha proposto la revisione dei parametri e della struttura del sussidio dei servizi sociali».
«Nella riunione dei capigruppo, immediatamente dopo la Commissione, arriva una proposta da parte del Pd di una mozione identica a quella proposta dal M5S, chiedendo che venga discussa direttamente in Consiglio, a cui il capogruppo Alberto Unia si oppone perché trova strumentale è scorretta la richiesta soprattutto perché fatta senza alcun preavviso e per la evidente strumentalità dell’atto» proseguono i pentastellati in una nota.
«Ciò che mi lascia sbigottita è che difronte a temi così seri come la povertà, si possono fare tali strumentalizzazioni. La mancata sincerità e onestà intellettuale del pd ha incassato consenso da tutte le altre forze politiche da Forza Italia a Lega Nord a opposizioni Tutti per Tresso e a Sel e questo è ancora più deludente, mentre sul contrasto alla povertà tutti dovremmo essere impegnati sullo stesso fronte» ha commentato Deborah Montalbano.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano