15.9 C
Torino
giovedì, 9 Aprile 2020

Processo Ream, Appendino chiede il rito abbreviato

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Buoni spesa Torino, ecco il link per fare la richiesta online

Come aveva annunciato previsto la sindaca Chiara Appendino ci sono stati dei problemi iniziali dovuti alle troppe entrate nel sito predisposto per la richiesta...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Incendio in centro a Torino, in fiamme un negozio di fiori (VIDEO)

Le fiamme hanno avvolto il negozio di fiori sintetici, in via Santa Teresa, in pieno centro a Torino. A pochi metri da un supermercato....

Coronavirus, Caucino rettifica i dati su Rsa. Grimaldi (LUV): “Come possiamo fidarci di questo dilettantismo?”

"Ieri l'Assessora Caucino ha comunicato che i 3000 tamponi nelle RSA avevano dato 1300 risultati positivi, oggi, ha cambiato idea e, in base alla...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuovasocietà. Caporedattore dal 2017. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano.

Questa mattina all’udienza davanti al Gup per il processo Ream la sindaca chiederà il rito abbreviato, come conferma lei stessa: «Sono infatti – spiega la prima cittadina Chiara Appendinofermamente convinta di aver sempre operato nell’interesse della collettività e della Città».

«Penso – continua Appendino – che questa mia scelta, garantendo una più rapida definizione del processo vada nell’interesse anche della città che rappresento».

L’accusa per la sindaca è di falso e abuso d’ufficio per la vicenda che riguarda il debito da cinque milioni di euro che il Comune di Torino aveva nei confronti della società Ream, in qualità di caparra versata e da restituire per la mancata conclusione dell’accordo di acquisto dell’area Ex Westinghouse. Cifra che per non è stata iscritta nel primo bilancio della amministrazione Appendino.

Per questa vicenda sono imputati anche l’assessore al Bilancio Sergio Rolando, il dirigente del Comune di Torino Paolo Lubbia e l’ex capo di gabinetto della sindaca Paolo Giordana, accusati anch’essi, dai pm Marco Gianoglio ed Enrica Gabetta, di falso in atto pubblico e abuso d’ufficio. Un’inchiesta nata dopo l’esposto presentato in Procura dal capogruppo del Pd Stefano Lo Russo e dal consigliere di opposizione Alberto Morano.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

- Advertisement -Nuova Società - sponsor
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Primo Piano

Coronavirus, in Piemonte, salgono le guarigioni. 68 i decessi

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test...

L’assessore Icardi: “Nessun caso Piemonte, la curva dei contagi è in calo”

Non c'è nessuno caso Piemonte. L'assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi mette a tacere le voci che volevano il Piemonte in peggioramento nei numeri...

Droni in volo a Torino per evitare le scampagnate di Pasquetta

Sopra i giardini e i parchi di Torino si alzeranno in volo i droni dei carabinieri e della polizia municipale. Obiettivo segnalare le scampagnate...

Coronavirus, 800 mila euro per le famiglie torinesi in difficoltà

La sindaca di Torino, Chiara Appendino ha annunciato l'approvazione di una delibera in cui vengono messi a disposizione 800 mila euro per l'emergenza Coronavirus:...

Incendio in un negozio in centro a Torino, clochard salva titolare (VIDEO)

Ha riportato solo una ferita alla mano la titolare del negozio di fiori di via Santa Teresa, in pieno centro a Torino, dove questa...
- Advertisement -Nuova Società - sponsor