18.1 C
Torino
venerdì, 12 Luglio 2024

Processo De Tomaso: oltre 300 ex operai chiedono di costitursi parte civile. Anche l’Avellino Calcio

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

E’ ripreso stamattina a Torino il processo a Gian Mario Rossignolo, il figlio Gian Luca e altre sei persone, tutte rinviate a giudizio per il crac della De Tomaso, storica casa automobilistica fallita nel 2012.
I reati contestati sono, a vario titolo, bancarotta fraudolenta, false fideiussioni e violazione della legge fallimentare.
Circa 300 ex operai dello stabilimento di Grugliasco aderenti alla Fiom, attraverso il legale Elena Poli, presenteranno richiesta di costituirsi parte civile, aggiungendosi così al curatore fallimentare Enrico Stasi e a una trentina di ex lavoratori, appartenenti ad altre sigle sindacali, la cui richiesta è già stata accettata durante l’udienza precedente. 
Anche l’Avellino calcio ha chiesto di costituirsi parte civile al processo.
La società sportiva, patrocinata dall’avvocato Innocenzo Massaro, si è costituito contro un solo imputato per un episodio emerso nel corso dell’indagine. La vicenda è quella di una polizza fidejussoria che era stata proposta agli incaricati della società campana per l’iscrizione al campionato di Lega Pro 2012/13. Il documento risultò fasullo, e ora il club è considerato “persona offesa” di una truffa.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano