25 C
Torino
domenica, 26 Giugno 2022

Pompei, tre crolli in due giorni

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Tre crolli in due giorni a Pompei. Dopo i due di ieri, un altro fa tremare oggi gli scavi. Stamattina è venuto giù il muro di una bottega chiusa al pubblico, alto circa due metri, che si trovava in un’area non scavata di via Nova, al civico 19 dell’insula 2. La causa è da ricercarsi nelle piogge di questi giorni. La zona di terra non scavata alla spalle della bottega, impregnata d’acqua, ha fatto pressione sul muro, le cui pietre erano già state restaurate ed erano tenute insieme da strutture in ferro. È stata la custode della zona, stamattina, a fare la scoperta del danno. L’area in cui si è verificato il crollo è stata chiusa per i rilievi e gli interventi di messa in sicurezza.
Ieri, invece, a cadere sono state alcune pietre dalla parte laterale del quarto arco che si trova sotto il Tempio di Venere. La muratura, che era già stata soggetta ad alcune lesioni in passato, era già state. Prima di questo danno, invece, aveva ceduto il muretto, alto circa 1,70 e lungo circa 3,50 metri, di una tomba della necropoli di Porta Nocera, che dava sull’antica strada. Ora tutti gli accessi della necropoli sono stati chiusi e lo saranno fino alla fine dei lavori di ristrutturazione e della messa in sicurezza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano