19.4 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Petizione degli studenti universitari per difendere il tram 6

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Scritto da Michele Paolino

Gli studenti universitari attivi nella lista studentesca “Run Unito” stanno raccogliendo in questi giorni le firme per presentare una petizione al Consiglio Comunale e alla sindaca Appendino per evitare che le modifiche predisposte dall’Amministrazione al percorso del tram 6 possano aumentare disagi a chi frequenta le lezioni e le attività del Campus Einaudi di Lungo Dora Siena. «Due anni fa nasceva il tram 6, per aiutare gli studenti pendolari in arrivo a porta Susa a raggiungere il Campus Einaudi senza passare da Porta Nuova ed evitando loro i disagi dell’ormai famigerato bus 68», spiegano gli studenti.
«Ora questa amministrazione vuole modificare il percorso del 6 e non farlo passare più da Porta Susa, obbligando gli studenti a raggiungere Porta Nuova, dove saranno nuovamente costretti su bus sovraffollati e sottoponendoli, ancora, ad un viaggio poco piacevole e non sicuro» affermano i promotori della petizione. A loro parere il percorso del 6 va mantenuto per evitare un ulteriore carico di persone su un già pieno 68, per scongiurare l’accentramento di tutte le tratte per il Campus Einaudi a Porta Nuova e, infine, per impedire che un tram venga sostituito da un bus, meno sostenibile come costi nel lungo periodo.

Dunque, dopo quelle legate al tram 18 si prospettano, per la sindaca e per l’assessore La Pietra, nuove polemiche sulla riorganizzazione del servizio di trasporto pubblico che al momento non sembra viaggiare sul giusto binario.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano