16.9 C
Torino
domenica, 9 Maggio 2021

Pd, Boccia incontra i Dem torinesi. Foglietta: “Decidiamo in fretta”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Francesco Boccia, responsabile nazionale Enti Locali del Partito Democratico, come da programma incontra a Palazzo di Città, gli esponenti Dem in vista delle prossime elezioni amministrative nel capoluogo piemontese. “Un incontro molto atteso” dice la vice capogruppo Chiara Foglietta “personalmente penso che un’alleanza di ‘palazzo’, decisa tra pochi, abbia poche possibilità di successo. Ma il mio obiettivo è governare questa città e non lasciarla alla destra – aggiunge -, per cui dovremo trovare il modo, tutti insieme, di valorizzare questo terreno comune e coinvolgere quel popolo di sinistra che ci chiede di uscire dall’inerzia”.

“Dobbiamo decidere, in fretta, chi sarà la persona che proporremo ai torinesi – dice Foglietta -. Temo che in questo momento la distanza, non solo geografica, tra Torino e Roma non aiuti a vedere le cose con chiarezza. Sarà una decisione dei gruppi dirigenti? Lo si faccia senza badare a posizionamenti personali, preconcetti o veti. Si vogliono fare le primarie? Convochiamole subito”. 

“Se stiamo ragionando sull’apertura dei ristoranti, possiamo chiamare le persone ai gazebo in sicurezza e non aspettare fantomatiche piattaforme su cui per settimane ci hanno illuso.Io e le persone con cui faccio politica da anni le abbiamo chieste, spesso da soli, anche per Piero Fassino nel 2016 e Sergio Chiamparino nel 2019, perché crediamo che non si debba mai aver paura dell’apertura e della partecipazione. In qualsiasi scenario io continuerò a lavorare e mobilitare persone sulle questioni che ritengo centrali: giustizia sociale, diritti, ambiente, cultura, innovazione, parità di genere. Sempre dalla parte degli ultimi, dei meno tutelati, dei senza potere e mai dalla parte dei forti”, conclude Foglietta.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano