12.7 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

"Non si compra tutto": notav.info risponde alle accuse

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Nessun pizzo, nessun pagamento per non creare disturbo. Il movimento No Tav, alal vigilia di una manifestazione che si prevede molto partecipata nonostante il tentativo di creare intorno a essa un clima di tensione, rispedisce al mittente le illazioni su quanto avvenuto alla Cascina Roland. Qui Sergio Chiamparino, candidato alla presidenza della Regione Piemonte, e Antonio Ferrentino, ex presidente della Comunità Montana e sindaco uscente di Sant’Antonino, hanno partecipato a un incontro.
Poche ore dopo, secondo le dichiarazioni rilasciate al giornale locale Luna Nuova i gestori del locale avrebbero devoluto parte dell’incasso del buffet ai No Tav, per le spese legali dei processi.
Ed è stata subito polemica. Stefano Esposito, senatore del Pd e acceso Sì Tav, ha parlato senza mezzi termini di pizzo e anche Ferrentino ha alluso a metodologie mafiose: No Tav pagati per non creare disordini, in sostanza. Ma come detto, sul sito di riferimento (notav.info) il movimento non raccoglie la provocazione: «Non si può comprare tutto – dicono e poi aggiugono che – i No Tav non hanno nemmeno preso in considerazione l’evento, per non fare da cassa di risonanza a due personaggi poco qualificabili».
«Un tempo il locale era il feudo di Ferrentino, ma ora non più, in linea con molti altri posti e cittadini della valle».
«Chiamparino fa il rinfresco? Il gestore devolve parte dell’incasso ai No Tav: “Non si può comprare tutto”», concludono dal movimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano