17.2 C
Torino
sabato, 13 Agosto 2022

Noleggio auto Hertz Usa dichiara bancarotta

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Hertz, il colosso dell’autonoleggio, rischia il fallimento: sarebbe la prima grande azienda vittima della pandemia di coronavirus, lo scrive il Wall Street Journal. La società ha mancato il pagamento di un contratto di locazione il mese scorso e ha convinto i creditori ad aspettare fino a venerdì sera prima di dichiarare l’inadempienza di fronte all’indisponibilità di un’ulteriore proroga.

La Hertz Global Holdings Inc. si sta quindi preparando a dichiarare il fallimento e cercare la protezione del “capitolo 11” nei prossimi giorni.

Le restrizioni governative sui viaggi hanno ridotto il traffico aereo e terrestre, decimando il mercato del noleggio di veicoli.

Un fallimento renderebbe la Hertz una delle inadempienze aziendali di più alto profilo, ma che derivano dall’impatto della pandemia del Covid-19 sui viaggiatori americani. 

Hertz è gravata da un debito di circa 19 miliardi di dollari, composto da 4,3 miliardi di dollari di obbligazioni e prestiti aziendali e da 14,4 dollari di debiti garantiti da veicoli presso speciali filiali di finanziamento.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano