18.1 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

No Tav, Ricca (Lega): “Strategia di violenza che trova alleati in certa politica”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

L’assessore regionale alla sicurezza Fabrizio Ricca condanna le azioni del Movimento No Tav che in questo weekend si è dato appuntamento per protestare contro il cantiere dell’Alta Velocità in Valsusa. 

“Ogni raduno No Tav è una garanzia di violenza contro le forze dell’ordine e assalti con pietre e bombe carta contro il cantiere dell’alta velocità. Una chiara strategia di violenze che si ripete costantemente e trova, anche nella politica, numerosi solidali sempre pronti a minimizzare la furia criminale che si abbatta contro gli uomini e le donne in divisa che prestano servizio in valle”. 

Ricca lancia un ultimatum al mondo della politica: “E’ ora di dire basta a questi gesti sconsiderati dei centri sociali e di condannare fermamente anche le posizioni pilatesche e minimizzanti di certa politica no tav di Palazzo. Dobbiamo partire dal presupposto che chi non condanna questi assalti è un complice degli assalti stessi. La Tav si farà, si mettano tutti l’animo in pace. Le azioni di guerriglia, intanto, vanno perseguire penalmente con durezza”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano