25.3 C
Torino
domenica, 26 Giugno 2022

No Tav, la solidarietà di Zerocalcare a Emilio Scalzo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Anche Zerocalcare si schiera con l’attivista No Tav Emilio Scalzo portato in carcere su iniziative della Corte d’Appello di Torino in attesa dell’estradizione in Francia. 

Il fumettista romano che ieri era a Torino per presentare il suo nuovo libro ha fatto visita a Scalzo a Bussoleno. “Tutti si riempiono la bocca parlando di solidarietà ai migranti – ha detto Zerocalcare – Emilio ha aiutato queste persone e oggi siamo qui in presidio perchè non vogliamo assistere a questo scempio”. 

L’arresto di questo pomeriggio ha stupito per le modalità in cui è avvenuto. Infatti Scalzo era ai domiciliari dallo scorso settembre in attesa di essere estradato in Francia per rispondere delle accuse che riguardavano fatti avvenuti durante una manifestazione a difesa dei migranti oltralpe. 

Oggi è stata la Procura Generale del Piemonte a chiedere e ottenere un aggravamento della misura arresti domiciliari: la ragione, secondo le prime notizie, è che la costante presenza di un presidio di simpatizzanti davanti all’abitazione di Scalzo potrebbe comportare rischi di commissione di reati.
“Sono esterrefatto” è il primo commento del difensore, l’avvocato Danilo Ghia: “Il mio assistito è stato arrestato ma non a causa del suo comportamento”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano