19.5 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

No Tav da record, arriva anche la condanna numero 48

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Con 4 mesi di reclusione, per danneggiamento e travisamento arriva la quarantottesima condanna per gli scontri del 2011 in Val di Susa. Sentenza infatti per un No Tav accusato di aver tentato di estirpare delle recinzioni agganciandole con una fune. Questo è il danneggiamento, mentre per il travisamento secondo l’accusa si sarebbe alzato la maglietta coprendosi il volto.
Questa 48esima condanna è uno stralcio del maxi processo terminato con 47 condanne che hanno portato a più di 140 anni di carcere. Un record dunque che però lascia dei dubbi alla difesa e ai No Tav che infatti, si domandano come mai per gli stessi comportamenti del condannato di primo grado, a cui verrà applicata la condizionale durante il maxi processo, le pene sono stati pecuniarie.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano