25.4 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Nella prima chiudono entrambe le cucine di Hell’s Kitchen

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Prime due puntate della versione italiana di Hell’s Kitchen e i giudizi sono contrastanti nel mondo degli appassionati del settore: brutta copia del format americano o versione arricchita da Cracco?
Questione di gusti, proprio come in cucina. Sta di fatto che il primo giudizio della serata dello chef Cracco è stato un bel “fa cagare!” e che, a differenza di MasterChef per i concorrenti non sarà una passeggiata.
Stasera si sono formate le squadre e si sono intraviste le prime prove che dovranno affrontare gli aspiranti executive chef, che a dire il vero, benchè quasi tutti professionisti del settore, hanno fatto magre figure. Viene da dire che meno male che non c’è Gordon Ramsay in questa edizione altrimenti le giacche da appendere al famoso gancio sarebbero state molte di più.
Scoperte le squadre, le prime personalità (Amelia sembra la Rachida di MasterChef) e le prime defezioni (lasciano Rosario e Barbara) si scopre l’allenamento che Cracco ha predisposto per i concorrenti, che arrivati nei loft sembravano i concorrenti del Grande Fratello, ma al suono della sirena in piena notte hanno capito di aver sbagliato reality. Lo chef ha preparato 8 video ricette per il menù del giorno dopo e se i concorrenti voglio godere del vantaggio devono star svegli. Amelia non la pensa così, dorme di sasso e assiste a due sole prove. La sveglia suona con Entiana e Omar, i due Sous chef, che a modello di caserma fanno preparare i 14 in fretta e furia. Sotto troveranno Cracco che presenterà loro il piatto centrale del servizio: un filetto alla Rossini (del quale capeggia una gigantografia in sala).
Preparata la linea, apre il ristorante di Hell’s Kitchen e come prevedibile la tragedia è dietro l’angolo. Il servizio è un disastro, così come l’italiano di alcuni e la correttezza di altri, Cracco panchina due blu, e poi chiude in successione le due cucine mandando i commensali a casa.
“Lorena, togliti la giacca e lascia il ristorante”.Ricorda Ramsay ma manca qualcosa.
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano