12.9 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Mistero Elena Ceste, un volontario racconta: “Michele Buoniconti ci fece cambiare direzione durante le ricerche”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Gli investigatori lavorano a ritmi serrati per venire a capo del giallo di Elena Ceste.
Dopo il ritrovamento dei resti della mamma di Costigliole d’Asti e l’ormai certezza che si è trattato di omicidio, gli inquirenti sono a caccia di prove per incastrare l’assassino.
Ad oggi l’unico indagato per omicidio e occultamento di cadavere è il marito della Ceste, Michele Buoninconti, il 44enne vigile del fuoco.
In questi mesi è stato ascoltato molte volte e nel suo racconto sulle ultime ore di Elena e su quelle successive alla sua scomparsa, avvenuta il gennaio scorso, ci sono ancora tante contraddizioni.
Ci sono stati anche tentativi di depistaggio, a quanto pare da parte di Michele, con telefonate a trasmissioni televisive. Poi ci sarebbe la testimonianza di un volontario alle ricerche: mentre stavano battendo la zona vicino al canale di scolo del Rio Mersa, dove il 18 ottobre verranno ritrovati i resti della donna, Buoninconti avrebbe suggerito di cambiare direzione.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano