20.2 C
Torino
giovedì, 13 Agosto 2020

Migranti, Defend Europe “chiude” il confine Italia-Francia. Minacciato l'europarlamentare Daniele Viotti

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

«Hai un minuto per andartene». Non va troppo per il sottile il ragazzone. Uno dei militanti di Defend Europe, “Generation Identitaire” il gruppo di estrema destra che da alcuni giorni ha intenzione di “chiudere le frontiere” tra Italia e Francia. La minaccia è indirizzata all’europarlamentare Daniele Viotti dei Socialisti & Democratici, che è salito a Nevache, a pochi chilometri da Bardonecchia e Briancon.
Qui una trentina di estremisti francesi, coadiuvati da alcuni italiani di Generazione Identitaria, hanno manifestato contro i migranti, piazzando una rete arancione lungo il confine.

Il tutto senza che le forze dell’ordine francesi intervenissero. Anzi. La Prefettura interrogata dai giornalisti d’Oltralpe su il perché non sia stata impedita quest’azione avrebbe fatto spallucce.
Ma torniamo alle minacce a Viotti, che a Nevache è arrivato insieme al presidente dell’Ong Rainbow4Africa Paolo Narcisi. «Appena sono sceso dall’auto – racconta Viotti – si è avvicinato quello che ipotizzo sia un dei capi di Defend Europe, visto come dava ordini ai suoi e come si rapportava con la gendarmeria. Mi ha chiesto chi fossi e io ho risposto che ero un europarlamentare di sinistra. E lui ha replicato che avevo un minuto per andarmene via. Ovviamente ho risposto che non avevo nessuna intenzione di farlo».
Daniele Viotti ha notato come i militanti di Defend Europe agissero in totale tranquillità, guardati a distanza da una sola macchina della polizia francese.

Verso le 12 tutto è finito: la rete, che è servita più per apparire sui giornali e in televisione, viene smontata e il gruppo ritorna a casa, dopo le foto di gruppo modello gita scolastica. Ai cronisti presenti dicono che ci sarà stasera una sorpresa. Chissà. «Credo che qualche pattuglia dei fascistelli sia rimasta su», afferma Viotti.
«Il problema non è la libertà di manifestazione, ma del tipo di manifestazione – dice l’europarlamentare – Mi chiedo se è normale che lo Stato francese permetta di costruire una frontiera al confine con l’Italia da parte di una associazione privata».
«Il problema più grave è per i migranti: noi (io, la polizia, Rainbow4Africa) non sappiamo se in questo momento ci sono dei migranti sulle montagne. Se ci sono e incontrano le ronde che sono rimaste chi li protegge?», conclude preoccupato Daniele Viotti.
 
 
 

 
 
Foto dal profilo Twitter di Daniele Viotti

Articolo precedenteHasta la victoria siempre
Articolo successivoRinghietto
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Concorso per dirigenti Comune di Torino, terza puntata: la riammissione

“Più che un concorso sembra una giallo a puntate”, così alcuni concorrenti hanno commentato le novità pubblicate ieri dalla commissione dell’ormai famoso...

Via Germagnano; ‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’: “Nessun blitz ferragostano, il Comune si assuma la responsabilità”

“‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’ esprimono forte preoccupazione riguardo all’iniziativa di sgombero del campo di via Germagnano che coinvolge circa 100...

Il pasticcio dei Voucher scuola della Regione Piemonte

Avevano appena ricevuto la mail che confermava l'assegnazione dei voucher scuola per l'anno 2020/21 ma 45 famiglie piemontesi hanno potuto gioire ben...

Torino città Covidless

La città di Torino ha ricevuto oggi l'attestazione Covidless Approach&Trust. Un riconoscimento frutto del progetto di ricerca che ha analizzato le risposte...

Caso Embraco, Cirio: “Da parti in causa serve risposta chiara”

"Seguo la vicenda Embraco ormai da due anni ed è inammissibile che solo oggi, per la prima volta, si siano trovati seduti...