16.7 C
Torino
martedì, 22 Settembre 2020

Mense scolastiche, Camst denuncia il Comune di Torino: “Non ci fanno accedere agli atti del bando”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società.

“Camst – la Ristorazione Italiana ha presentato ricorso contro il Comune di Torino dopo il risultato della gara di appalto per le mense scolastiche, chiedendo con urgenza di accedere agli atti riguardanti l’assegnazione della gara.
«Alla richiesta di accesso agli atti – dicono dalla Camst – l’amministrazione comunale ha risposto con argomentazioni pretestuose che, di fatto, stanno ritardando la conoscibilità di documenti essenziali per il ricorso, rendendo difficile il rispetto dei termini entro cui poter impugnare l’aggiudicazione definitiva».
«Siamo rammaricati – continuano dall’azienda – di dover agire legalmente per poter esercitare il proprio diritto di accesso ai documenti di gara e il proprio diritto di valutare l’operato dell’amministrazione comunale».
«La scarsa trasparenza dell’amministrazione è ritenuta inammissibile anche in considerazione di quanto il tema, oltre a riguardare gli interessi di una singola impresa, riguardi ampi settori della cittadinanza che, attraverso canali di comunicazione dedicati, hanno a loro volta a più riprese sollevato dubbi e riserve sia sulle regole di gara che sul suo esito».
Camst per oltre dieci anni ha gestito le mense, invece per il triennio 2018-2021 sarà l’Eutourist New a distribuire i pasti nelle scuole delle Circoscrizioni 1, 2, 4, 5, 7, 8. Costo a pasto 4 euro.
Alla “Otto” la vincitrice dovrà operare insieme alla All Food, mentre per le Circoscrizioni 3 e 6 a portarsi a casa l’appalto è la Ristoart Srl, che servirà un pasto a 3,99 euro.
E proprio il costo al ribasso ha fatto molto discutere: anche i consiglieri comunali della maggioranza hanno storto il naso lasciando di fatto sola l’assessora all’Istruzione Federica Patti.
Alla gara avevano partecipato l’Ati (associazione temporanea d’impresa, ndr) di Camst, Ladisa ed Euroristorazione di Grugliasco, Dussman, Eutourist New di Orbassano, l’Ati di Eutourist e All Food, e Ristorart Toscana.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Laus: “Periferie diventino zone franche urbane”

Da tempo Torino è salita sul podio nazionale delle città con le periferie più popolate. E il primato purtroppo le è valso...

Moncalieri, Paolo Montagna si conferma sindaco. Ballottaggio a Venaria e Alpignano

Secondo mandato per Paolo Montagna, l'esponente del Partito Democratico che al primo turno si riconferma sindaco di Moncalieri con un consenso che...

Pd, lavorare sulle periferie per superare il voto “di protesta”

L'analisi del voto, a caldo, è sempre frutto di una percezione personale in attesa di dati più chiari, flussi e studi più...

Caso Ream, Appendino: “Ho agito in buona fede. Resto sindaca ma mi autosospendo da M5s”

Dopo la sentenza di primo grado che la condanna a sei mesi per il reato di falso in atto pubblico relativo al...

I Cinque Stelle dalla parte di Appendino: “Continuiamo a sostenerla”

Se la maggioranza pentastellata ha vissuto momenti di crisi e ha dubitato della propria sindaca non è di certo oggi. Anzi la...