20.9 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Marijuana di Stato, la produrrà l'esercito a Firenze

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sarà l’esercito a produrre la marijuana di Stato, avverrà nello stabilimento chimico militare di Firenze. È stato dato il via libera dal ministero della Salute e della Difesa per la coltivazione della cannabis a fini terapeutici. Lo stabilimento prescelto è nato con l’obiettivo di produrre medicamenti per il mondo militare ma ha esteso la sua attività anche al settore civile, prossimamente produrrà i farmaci derivati dalla cannabis, fino ad oggi importati dall’estero a costi ben elevati.
L’ok è stato dato dai ministri della Difesa e della Salute, Roberta Pinotti e Beatrice Lorenzin, superando le diatribe e polemiche che risiedono in Italia sul tema delle droghe leggere. Entro il 2015 i farmaci cannabinoidi potrebbero essere già disponibili nelle farmacie italiane, nonostante debba ancora arrivare l’ufficializzazione del tutto.
“Dal punto di vista farmacologico, non ci sono problemi all’uso terapeutico della cannabis: nessuno mette in dubbio gli effetti benefici, ma va trattato come un farmaco”, così ha detto il ministro Lorenzin, per stoppare le illazioni e per promuovere l’iniziativa, spiegando come l’utilizzo della cannabis a uso terapeutico sarà soprattutto funzionale per lenire medicalmente il dolore nei pazienti oncologici o affetti da Hiv e nel trattamento dei sintomi di patologie come sclerosi multipla, sla e glaucoma.
La decisione di affidare il progetto a una struttura militare è stato dato dalla necessità di mettere in piedi una coltivazione e produzione controllata e monitorata, finalizzata ad un uso terapeutico della marijuana.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano