15.2 C
Torino
martedì, 26 Maggio 2020

Magliano (Moderati): ““Via i cartelli NO ZTL, ma chi ha dato l’ordine?”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

Chi ha effettivamente dato l’ordine di far rimuovere i manifesti contro la nuova ZTL? La domanda arriva dal capogruppo dei Moderati in consiglio comunale a Torino Silvio Magliano, che interviene sulla polemica riguardante l’intervento degli agenti della Polizia Municipale, che hanno fatto togliere i manifesti esposti dai commercianti che contestano il progetto della giunta Appendino.

«Ma chi ha dato l’ordine? – chiede Magliano – Sarei curioso di avere una risposta a questa domanda. Non mi pare che la stessa intransigenza sia applicata relativamente ad altri casi (affissioni abusive o locandine di Comitati più o meno improvvisati, per esempio). Porterò il tema in Sala Rossa con una richiesta di comunicazioni urgenti».

- Advertisement -

Continua Magliano: «Affissioni abusive, graffiti, locandine prive di qualsiasi autorizzazione e tanti altri “orrori”. Ma l’urgenza di applicare alla lettera i regolamenti si concentra soltanto sui manifestini “NO ZTL” che da mesi tanti negozianti del centro espongono sulle loro vetrine. Chi non si adegua rischia una salatissima multa».

- Advertisement -

«Questo, evidentemente, è il senso delle priorità dell’Amministrazione (mentre i muri della nostra città sono imbrattati di graffiti, l’asfalto di molte strade è impraticabile e tante aree verdi attendono un intervento di taglio dell’erba). Io sono stato multato, un anno fa – racconta l’esponente dei Moderati –  per aver collocato un “appendino” in piazza della Repubblica nella speranza di sensibilizzare la Giunta sul tema del diritto alla mobilità delle persone disabili. A questo proposito, sono ancora in attesa di ricevere risposta al mio ricorso».

«A questo punto mi aspetto un’analoga severità nei confronti, per esempio, dei vari manifesti NO TAV o delle affissioni non autorizzate (e siglate con tanto di riferimenti e contatti: dunque molto riconoscibili) di diversi comitati e comitatini. Diversamente, mi sarà difficile non pensare a un atteggiamento di censura nei confronti del dissenso di chi vede in questo progetto di nuova ZTL un modo per affossare il centro di Torino. Chiederò risposte, che spero precise e convincenti, in occasione della prossima seduta del Consiglio Comunale», conclude Magliano.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Scimmie prima dell’evoluzione, così il Banksy torinese rappresenta la folla per le Frecce tricolori

La folla che si è riversata nelle strade e nelle piazze di Torino per vedere il passaggio delle Frecce Tricolore è diventata...

Le Frecce Tricolori diventano un caso. Lo Russo: “Dalla sindaca servirebbe autocritica”

Troppa folla per vedere le Frecce Tricolori a Torino e sta diventando un caso il passaggio dei celebri aerei acrobatici che ha...

Assembramenti per le Frecce Tricolori, Appendino tira le orecchie ai torinesi

La sindaca di Torino, Chiara Appendino, stavolta non elargisce complimenti ai suoi concittadini.E lo dice chiaramente: quanto accaduto oggi, lunedì 25 maggio,...

Lo Russo: “Appendino e M5s mendicano alleanze per il loro futuro”

Se nei giorni corsi si era fatto avanti l'ipotesi di alleanze politiche per le elezioni 2021, con Chiara Appendino che in un'intervista...

Coronavirus, in Piemonte 48 contagi

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica...