23.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Lavoratori No green pass manifestano davanti al Comune: “Basta discriminazioni”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

E’ scattato oggi l’obbligo di Green Pass rafforzato per i lavoratori con più di 50 anni. Ma c’è chi di fare il vaccino proprio non ne vuole sapere ed è pronto a farsi sospendere. Un centinaio di lavoratori over 50 e no green pass si sono dati appuntamento davanti al Comune di Torino per un presidio organizzato dai SI Cobas, che hanno chiesto di essere ricevuti dal sindaco, “perché ci sono 500 lavoratori comunali da oggi sospesi”.
“Protestiamo contro una discriminazione diretta ai lavoratori – spiega Mahmoud, sindacalista SI Cobas -. Una soluzione che non risolve la pandemia, che va combattuta con più posto letto e con assunzioni negli ospedali. Il governo mette in difficoltà intere famiglie e le aziende non stanno pagando le quarantene preventive e le malattie. In piazza oggi ci sono anche lavoratori vaccinati in solidarietà con i colleghi discriminati”, conclude Mahmoud.
I Si Cobas ha annunciato anche l’avvio di una raccolta fondi per un cassa di mutuo soccorso per i lavoratori sospesi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano