25.2 C
Torino
martedì, 23 Luglio 2024

John Elkann parla della fusione Stampa-Repubblica: “Una grandissima opportunità”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

«Quella che viene offerta alla Stampa, con la creazione di questo gruppo è una grandissima opportunità». Così John Elkann, presidente della casa editrice Itedi, (Italiana Editrice Spa , proprietaria dei quotidiani La Stampa e il Secolo XIX) commenta, alla vigilia delle celebrazioni per i 150 anni del quotidiano torinese, l’integrazione con il Gruppo Editoriale l’Espresso. «Un processo – precisa Elkann – che permetterà a La Stampa di essere parte del più grande gruppo d’informazione multimediale in Italia e di disporre dei mezzi per continuare a fare il miglior giornale possibile».

Elkann ha sottolineato come la libertà di stampa e l’indipendenza editoriale dipendano dai “conti a posto” di un giornale, ricordando come La Stampa abbia fatto sempre grande attenzione a questo aspetto «perché da sempre la mia famiglia ha ritenuto che questo fosse un mestiere, non un’attività sussidiaria».

Partendo dalla crisi che nell’ultimo decennio ha implicato pesanti ripercussioni sui ricavi pubblicitari e dalla diffusione il presidente di Itedi ha ricordato la serie di aggregazioni realizzate “per essere più forti insieme” aggiungendo che: «grazie all’operazione con il Secolo XIX e quella che quest’anno intendiamo completare col Gruppo Editoriale L’Espresso, La Stampa potrà continuare a mantenere la propria indipendenza e le proprie caratteristiche, che sono quelle di essere un giornale forte nel proprio territorio, il Nord Ovest, ma interessato a raccontare quello che accade nel resto d’Italia e nel mondo».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano