14.5 C
Torino
lunedì, 2 Agosto 2021

Introduzione al forex trading

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor

L’evoluzione delle nuove tecnologie ci porta a un continuo progresso che coinvolge anche e soprattutto i mercati finanziari e il mondo del forex trading online.

Oggi abbiamo la possibilità di fare trading (commerciare: comprare, vendere) in un modo sempre nuovo e affascinante.

T1Markets ti offre opportunità di acquisto (andare lunghi) oppure di vendita () su tutte le operazioni su Bitcoin. Il servizio è disponibile 24/7. Puoi utilizzare le tue strategie di trading preferite per acquistare o vendere Bitcoin indipendentemente dalla direzione che sta seguendo la valuta.

Scopri di più sul trading di Bitcoin visitando la pagina sulle condizioni e i costi di trading.

Abbiamo quindi accesso a tutti i mercati del mondo con una facilità disarmante. Il grandissimo volume di transazioni e la liquidità estrema fanno del forex una delle migliori opportunità di business online.

Cerco di essere molto “pratico”. Il forex market è un mercato, e più precisamente il mercato delle valute (euro, dollaro americano, yen, sterlina inglese, etc.). Ogni giorno molte persone, banche, aziende e istituzioni hanno bisogno di cambiare grandi quantità di denaro da una valuta all’altra.

Mi viene in mente l’esempio di una ditta italiana che vuole comprare dei pantaloni negli Stati Uniti. Cosa deve fare? Deve cambiare i soldi in valuta locale, cioè da euro a dollaro americano attraverso il mercato del forex o forex market. Ovviamente pagando con un bonifico bancario in valuta estera, il “compito” di cambiare i soldi viene eseguito automaticamente dalla banca.

Abbiamo quindi un mercato in cui i beni che vengono scambiati (comprati e venduti) sono le valute dei vari Stati. Le leggi principali che caratterizzano questo mercato (e tutti gli altri) sono quelle della domanda e dell’offerta. C’è più domanda? I prezzi salgono. C’è più offerta? I prezzi scendono. Così facile. Banale.

Se i prezzi scendono, compra. Se i prezzi salgono, vendi. Infatti la maggior parte degli scambi effettuati in questo mercato (più del 90%) sono a scopo speculativo, cioè per fare soldi.

Di cosa abbiamo bisogno per operare in questo mercato ossia per fare trading nel forex market? Abbiamo bisogno di un intermediario, cioè di una persona autorizzata a operare per conto nostro nel mercato. Ovviamente a cambio di una commissione o con gli spread.

A molti di voi verranno in mente le borse del ‘900, prima dell’avvento dei computer, con agenti di borsa che gridano senza ritegno “compro IBM” o “vendo FIAT”, etc…

Oggi con l’ausilio delle nuove tecnologie per fortuna non c’è più bisogno di agenti di borsa, ne di intermediari. Ovvero il nostro intermediario è un’impresa autorizzata a operare nei mercati per conto nostro. Basta iscriversi a uno di questi operatori autorizzati chiamati forex brokers, e ci verrà fornito l’accesso al mercato attraverso un programma, un software solitamente chiamato piattaforma di trading, con tutte le funzioni per comprare e vendere con un click.

L’allargamento del mercato ai piccoli trader privati e l’aumento della concorrenza online, ha comportato l’abbassamento delle commissioni, che sono spesso assenti, spread competitivi e minimi di apertura conto anche a partire da 50 dollari americani (circa 45 euro).

Mentre prima era solo ad appannaggio dei soliti noti, grandi banche e istituzioni, oggi, grazie a internet il forex è veramente per tutti!

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano