10 C
Torino
sabato, 25 Maggio 2024

Inchiesta Piazza San Carlo: ascoltati 200 testimoni

Più letti

Nuova Società - sponsor
Moreno D'Angelo
Moreno D'Angelo
Laurea in Economia Internazionale e lunga esperienza avviata nel giornalismo economico. Giornalista dal 1991. Ha collaborato con L’Unità, Mondo Economico, Il Biellese, La Nuova Metropoli, La Nuova di Settimo e diversi periodici. Nel 2014 ha diretto La Nuova Notizia di Chivasso. Dal 2007 nella redazione di Nuova Società e dal 2017 collaboratore del mensile Start Hub Torino.

di Moreno D’Angelo

L’inchiesta sui tragici fatti del 3 giugno in Piazza San Carlo va avanti. Sono circa duecento le persone ascoltate come testimoni da polizia e magistratura nell’indagine su quanto avvenuto durante la proiezione su un maxi schermo della finale di Champions League Juventus-Real Madrid, quando per motivi ancora ignoti, si scatenò il panico tra la folla, e rimasero ferite 1500 persone e dieci giorno dopo morì, per le ferite riportate, Enrica Pioletti di 38 anni.

Proprio la ricerca del motivo che ha scatenato la paura tra le migliaia di tifosi e le responsabilità sulle lacune organizzative e gestionali della manifestazione sono punti chiave del lavoro dell’inchiesta coordinata dal procuratore Armando Spataro e dai pubblici ministeri Antonio Rinaudo e Vincenzo Pacileo. Le ipotesi sono di lesioni e omicidio colposo in relazione all’articolo 40 del codice del codice penale che riguardano le responsabilità per le condotte omissive di chi doveva evitare i tragici sviluppi della manifestazione.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano